Villaggio Lamaforca contrada Mindelli snc 72012 Carovigno (BR)

Tel. 0831/968496 fax 0831/968070

informazioni@lamaforca.it

Gestito da Solemare Vacanze srl  - corso Umberto I, 127

72100 Brindisi P.Iva 02105260745

  • Trip Advisor Social Icon
  • Facebook Basic Black

Dagli scogli di Apani, proseguendo da Brindisi verso Nord, si giunge presso l’oasi protetta del WWF di “Torre Guaceto”. Appare come una visione, circondata da ulivi secolari e macchia mediterranea con una grande distesa di cannuccia di palude che incornicia una vasta spiaggia. Sono presenti numerose specie rare, come l’airone cenerino, l’airone rosso, la garzetta.

Poco oltre si trova il Castello di Serranova, dove svetta la “Torre del palombaro” e poi Villanova e Ostuni. La città bianca appare come sospesa, tutta racchiusa nel suo borgo da cui domina l’ampia distesa di olivi e il mare. Stradine festose si arrampicano per giungere nel rione “terra” dove un intrico di vicoli, archi e pontoni ci conducono all’ex convento delle Monacelle e alla Cattedrale della Madonna Assunta (XV sec.) con il suo splendido rosone. In piazza della Libertà s’incontra la superba guglia di Sant’Oronzo, il protettore della città; di fronte ci sono l’ex monastero dei Francescani e la chiesa di San Francesco, che conserva una stupenda statua lignea di San Giuseppe. La Chiesa dell’Annunziata (sec. XVI) invece custodisce la Deposizione del Cristo dalla croce, attribuita a Paolo Calieri detto il Veronese. Sulla strada dei colli incontriamo il monastero rupestre di San Biagio circondato da un romitaggio fatto di cripte dei monaci italo-greci da dove la vista può spaziare per tutta la costa brindisina sino a Fasano ed Egnathia, l’antica città romana (III secolo a.C.) da cui passava l’Appia. Essa conserva il foro, un tratto della via consolare, resti di mosaici, vasi e sculture di pregevole fattura

Vere cattedrali del gusto sono Ceglie Messapica e Carovigno con ristoranti rinomati a livello internazionale, mentre le campagne di Fasano sono ricche di masserie trasformate in resort del benessere, dove abbandonarsi a trattamenti rilassanti e alla talassoterapia.

Per le famiglie con bambini è irrinunciabile una sosta allo Zoosafari, un suggestivo angolo di savana in Puglia.

I trulli di Alberobello sono famosi nel mondo per la loro caratteristica bellezza ed unicità e rappresentano uno degli esempi più straordinari di architettura popolare italiana. In un periodo storico in cui si impediva la costruzione di fisse dimore, gli abitanti di queste terre dimostrarono una grande capacità di adattamento e una eccezionale ingegnosità, “inventando” i Trulli, case precarie costruite con la sola pietra locale. 

La bellezza delle grotte richiama visitatori da tutto il mondo, e dal giorno della loro apertura al pubblico, più di 15 milioni di persone hanno percorso le sue vie sotterranee Le Grotte di Castellana sono, quindi, a pieno titolo, un’imperdibile occasione per ammirare uno dei luoghi naturali più sorprendenti di una Puglia meravigliosa.

Molto suggestivo e caratteristico, il centro storico di Martina Franca, dalla singolare bellezza artistica, si presenta agli occhi del visitatore in uno scenografico dedalo di viuzze, bianche casette e incantevoli stradine che trova la sua massima espressione nel complesso della Lama e ove serpeggia la splendida arte barocca e sulle quali si ergono pregevoli palazzi barocchi, dalle stupende balconate in ferro battuto, deliziose ed antiche chiese e caratteristici slarghi, detti 'nghiostre, sulle cui pareti spesso si possono ammirare delle edicole votive, raffiguranti immagini sacre.

Polignano a Mare è un’incantevole e suggestiva cittadina a sud del capoluogo barese. Si erge a picco sul mare, un mare limpidissimo che ospita incantevoli grotte (tra cui ricordiamo Grotta Palazzese che custodisce, quasi fosse uno scrigno, l'azzurro cristallino e profondo del mare di scoglio). Al vecchio borgo, circondato ancora oggi da antiche mura, vi si accede attraversando l’Arco della Vecchia Porta. Da lì in poi è un susseguirsi di vicoli ombrosi, bianche casupole di semplice costruzione con logge, scale esterne adornate da fiori colorati e terrazze a strapiombo sul mare che offrono scenari mozzafiato.

«Porta d’Oriente», così è conosciuta Brindisi sin dall’antichità, quando divenne un importante approdo per le truppe romane prima, e per i mercanti della Serenissima dopo. Brindisi è un porto della Puglia che, ancora oggi, registra importanti collegamenti turistici e mercantili da e verso i Paesi oltre mare. 

Adagiata su una pianura ai piedi dell’altopiano del Salento si trova Lecce – detta la "Firenze del sud" – una delle città più interessanti della regione per la sua fisionomia architettonica, tipicamente seicentesca. 

Gallipoli, bagnata dal Mar Ionio, sorge sulla costa occidentale della penisola Salentina, nel Golfo di Taranto. Caratteristica è la divisione della cittadina in due zone ben definite: la  "città vecchia"  e il "borgo nuovo". Il suggestivo centro storico, ricco di costruzioni antiche e affreschi, sorge su di un'isola calcarea collegata alla terraferma da un ponte in muratura. 

Torre Santa Sabina... Località prettamente dedita al turismo balneare presenta diverse strutture alberghiere e numerosi ristoranti, bar e pub frequentati dalla popolazione dell'entroterra e meta di turisti italiani e stranieri, tanto da essere considerata il luogo elettivo della movida carovignese.

Otranto, oltre ad essere la città più ad Oriente d'Italia è, sicuramente, una delle più belle e storicamente interessanti del Salento. Di origini antichissime, che risalirebbero a ben prima della colonizzazione greca di queste terre, fu, nei secoli, una splendida cittadina e, per la sua particolare posizione geografica, porta d'ingresso in Italia delle popolazioni provenienti da Oriente.